Fare la storia è quello che ogni sportivo sogna e si augura durante la propria carriera

Ma non sempre la storia la fanno solo i vincitori. Complimenti ad Italo Ferreira, Kanoa Igarashi ed Owen Wright così come a Carissa Moore, Bianca Buitendag ed ad Amuro Tsuzuki  per aver conquistato le prime medaglie della storia del surf. Comunque sia andata noi la storia l’abbiamo fatta: l’Italia del surf era in acqua al debutto Olimpico del nostro sport. Un grandissimo traguardo. L’avventura Olimpica di Leo è terminata al terzo turno del contest olimpico, pur lottando come un leone. Una prestazione condita da un po’ di sfortuna, la rottura del leash, che lo ha mandato fuori ritmo nel momento decisivo di una heat pienamente in controllo. La sfortuna, i momenti negativi, fanno parte della vita di un atleta, e prima o poi questi attimi nel momento più inaspettato, si allineeranno per fare finalmente la differenza in positivo. In attesa di quel momento tutti noi possiamo e dobbiamo solo dire grazie a Leonardo Fioravanti, alla sua determinazione, al suo impegno per averci portato li dove fino a pochi anni fa sembrava impossibile. Grazie di cuore, Leo.

Grazie a tutti gli atleti del Team Italia che si sono impegnati nelle qualificazioni per strappare il pass olimpico. Grazie a chi di loro, come Angelo Bonomelli, ha sopportato stoicamente la più grande delusione possibile.

Grazie a tutto il team Fisw per aver lavorato in silenzio e dietro le quinte, grazie al Coni ed a preparazione olimpica per il supporto. Grazie a tutti voi per aver sostenuto e tifato il team Italia oltre tutto e contro tutti. E’ il momento di guardare avanti, è l’ora di guardare oltre. Ci vediamo a Parigi 2024

E grazie a tutti quelli che con te hanno lavorato per trasformare questo sogno in storia.

 

No Comments

Sorry, the comment form is closed at this time.

X